Trump, i dati Exif e una grossolana superficialità


In questi giorni sta montando una polemica, l'ennesima, su Trump. Non tanto per le sue parole "nosense" su Covid, politica o altro, ma su di una questione a cui oltreoceano tengono molto più che da noi.


Si possono fare molte cose in politica, ma mentire pubblicamente per gli americani, a mio avviso un po bigottamente, è un vero e proprio scandalo. Forse qualcosa a cui noi non siamo abituati, con politici che mentono spudoratamente, senza remore, tanto meno senza conseguenze.


La polemica è nata su una presunta falsa presentazione di fotografie che ritraggono Trump al lavoro durante la sua breve permanenza in ospedale, firmando documenti e rilasciando un breve monologo.


Dai dati Exif sembra che le foto incriminate, siano state scattate con 10 min di scarto una dall'altra, anche se ritraggono Trump in due luoghi diversi, ma con gli stessi documenti e accessori, vestito diversamente e idealmente in tempi molto distanti.

La polemica nasce dalla diffusione su twitter di queste foto con evidenziati i dati Exif, di cui pero non si trovano nel web immagini contendenti tali dati, in cui viene accusato di diffondere immagini false, intento a firmare fogli in bianco, prendendo in giro l'opinione pubblica, cosa molto sentita in America.

Sinceramente non ci vedo nulla di male, ogni foto di potenti o politici importanti sono calcolate, studiate per un determinato pubblico, per far apparire il soggetto qualcosa che non è nella realtà.


Da noi un esempio recente è la foto in cui Berlusconi viene ritratto in una posa al quanto inusuale nell'utilizzo del pc, se non improbabile, oltre che un grossolano tentativo di sfocare l'immagine, una cosa da rabbrividire pensando alle possibilità economiche dei soggetti coinvolti, ma che non ha scandalizzato nessuno.

Quello che veramente andrebbe analizzato e additato, sono in realtà gli errori commessi da chi esegue il lavoro. Come è possibile fare una foto del presidente americano in cui si vede palesemente che sta firmando un foglio in bianco con un pennarello dalla punta gigante? Come è possibile per il fotografo del presidente americano fare errori simili?

E' questa superficialità che secondo me andrebbe analizzata, che dovrebbe fare più scandalo, non tanto che le immagini siano solo di posa. E' ovvio che siano immagini di posa, o comunque foto programmate, cosa c'è di scandaloso? Lo scandalo è l'incompetenza e l'approssimazione di chi dovrebbe essere un professionista e che in realtà si dimostra poco attento a quel che fa.

0 comments
  • Facebook - Black Circle

Facebook

  • Twitter - Black Circle

Twitter

  • Instagram - Black Circle

Instagram

Invia un suggerimento

logo fotografiamo.png

il blog per chi ama la fotografia b

© 2019 by FotografiAmo.net. Proudly created by studioevidence www.fotografiamo.net

Fotografiamo.net non assume alcuna responsabilità per l'uso che potrebbe essere fatto di qualsiasi informazione o argomento contenuta nel sito, ne può garantirne l'esattezza in ogni minima parte anche se cura e pubblica il materiale con il massimo impegno e buona fede.